Non è certo la prima volta, ma anche quest’anno le nostre scuole parteciperanno a due progetti internazionali finanziati dalla Comunità Europea.

Il primo progetto vede il coinvolgimento di Spagna, Norvegia, Belgio, Slovenia, con l’Italia a fare da capofila. L’obiettivo sarà “Realizzare una scuola virtuale europea“: il lavoro verrà svolto in parte in classe e in parte nei paesi partner del progetto, in collaborazione con i compagni stranieri. Sarà richiesto ai ragazzi di trovare dei punti in comune tra i vari sistemi scolastici dei paesi partner del progetto, per poi frequentare corsi di diversa natura (Matematica, Letteratura, Lingue straniere, ecc…) col metodo della classe virtuale. I ragazzi saranno tenuti a lavorare in questa aula virtuale e svolgere tutti i compiti richiesti da parte del docente internazionale, quindi alla “progettazione” si affiancherà poi l’esperienza diretta.

Il secondo progetto è denominato Building competitive advantage through personal branding e coinvolge Italia, Bulgaria, Polonia, Grecia.

Obiettivo: Favorire l’orientamento in uscita dalle scuole superiori a livello europeo, con particolare attenzione alle possibilità offerte alla imprenditorialità giovanile.

Il lavoro verrà svolto in parte in classe e in parte nei paesi partner del progetto e sarà quasi totalmente in collaborazione con i compagni stranieri. Ragazzi e professori lavoreranno insieme sulle proprie attitudini cercando di capire quali sono le migliori alternative una volta usciti dalla scuola superiore. Seguiranno corsi di formazione sulla scrittura di CV e lettere di presentazione ma anche su come si sostiene un colloquio di lavoro.

Il compito autentico sarà realizzare, come prodotto finale dell’esperienza, un Sito web, un blog e una guida sull’orientamento.

Ci sembrano due splendide esperienze, a cui potranno partecipare gli studenti di tutte le classi che verranno selezionati dagli insegnanti incaricati di seguire il progetto, e che saranno circa una trentina. Quindi…

Be smart, guys! Take a chance!