Scuola Regina Mundi

Lingue alle Medie Regina Mundi

By 24 Maggio 2020No Comments

«I am certain that any new language widens man’s knowledge. It is like having one eye and one ear more»

(Ljudmila Ulickaja, “Daniel’ Stajn, translator”) 

Il Dipartimento di Lingue lavora insieme a partire dalla costatazione che l’apprendimento delle Lingue Straniere possa essere un’occasione per allargare la conoscenza e per imparare a cogliere diversi aspetti della realtà guardata da diversi punti di vista 

Per questo motivo e in linea con le direttive dell’Unione Europea rispetto all’apprendimento delle Lingue, proponiamo lo studio di due lingue straniere (come L2 l’Inglese e come L3 il Francese o lo Spagnolo): la conoscenza di una lingua permette di accedere alla realtà con uno sguardo diverso da qualsiasi altra e permette di acquisire gli strumenti linguistici e culturali per interfacciarsi a una realtà sempre più multiculturale. 

IMPARARE A IMPARARE 

Grazie a un costante lavoro comune tra i docenti del Dipartimento di Lingue Straniere, i ragazzi non imparano solo a comunicare, ma interiorizzano uno stesso metodo: cioè imparano ad imparare una lingua straniera. 

Innanzitutto questo passa dallo strumento che i ragazzi usano costantemente, sia a casa che a scuola: il quadernone. 

Il quaderno di ognuna delle Lingue Straniere viene infatti diviso in sezioni che focalizzano gli aspetti fondamentali per conoscere una lingua straniera, qualsiasi essa sia 

  1. Vocaboli e Comunicazione 
  2. Grammatica 
  3. Cultura 
  4. Sviluppo delle quattro abilità linguistiche 
  5. Esercizi e compiti 

Anche il ‘format’ delle verifiche è lo stesso per ogni lingua straniera e segue proprio la suddivisione del quaderno. In questo modo il ragazzo è aiutato ancora di più a prendere coscienza dei vari aspetti da curare e approfondire per conoscere una lingua straniera. 

L’organizzazione delle ore settimanali tiene conto di tutti questi aspetti. 

Per la Lingua Inglese: 

  • 1 ora è dedicata alla riflessione linguistica (acquisizione delle regole grammaticali e dei vocaboli) 
  • 1 ora è dedicata allo sviluppo delle quattro abilità linguistiche. La classe, divisa in due gruppi alterna una lezione dedicata all’esercizio di Listening, Reading Comprehension e Writing, e una lezione dedicata alla Speaking grazie all’aiuto di una docente madrelingua.  
  • 1 ora è dedicata alla cultura.  

Per la Seconda Lingua Straniera (Francese o Spagnolo):  

  • 1 ora è dedicata alla lingua: riflessione linguistica volta all’acquisizione delle regole grammaticali e dei vocaboli e sviluppo delle quattro abilità linguistiche (per allenare in modo efficace l’abilità di Produzione Orale è previsto l’intervento di una docente madrelingua per moduli di ore). 
  • 1 ora è dedicata alla cultura (dal secondo anno) 

Ovviamente il fine di questo metodo comune è quello di sviluppare la competenza comunicativa dei ragazzi: si imparano i vocaboli, le strutture grammaticali, si leggono testi, si fanno esercizi per imparare a comunicare 

A questo scopo le ore di lezione con i docenti madrelingua sono uno strumento fondamentale. In queste lezioni i ragazzi utilizzano la lingua in contesti e situazioni determinate e parlano il più possibile improvvisando grazie ad attività quali role play, dialogues, storytellingecc.  

POTENZIAMENTO 

In questi ultimi anni il Dipartimento di Lingue ha deciso di dedicare ancora più attenzione all’apprendimento della Lingua Inglese, ormai strumento fondamentale e imprescindibile per poter comunicare con il mondo. A questo scopo si è deciso di potenziare le ore di grammatica nei primi due anni. 

In queste ore la classe si divide in gruppi omogenei per dare particolare attenzione agli studenti che si hanno di fronte. I gruppi lavorano con due docenti diverse sullo stesso programma: in questo modo la spiegazione viene svolta con ritmi e modalità adeguati agli interlocutori. Un lavoro impostato in questo modo permette a tutti di potenziarsi nello studio della grammatica della lingua a partire dal punto in cui si è 

Per accompagnare i ragazzi nel lavoro grammaticale gli esercizi sono svolti a step: si parte dal riconoscimento di strutture grammaticali nuove in semplici frasi fino all’uso attivo in contesti più complessi.  

CULTURA 

Nell’arco dei tre anni non solo affrontiamo lo studio delle Lingue Straniere, ma incontriamo anche la cultura dei popoli che le parlano. 

In particolare a partire dal secondo anno, quando le conoscenze linguistiche sono più solide, a questo aspetto viene dato uno spazio sempre più ampio.  

Gli argomenti trattati nelle ore di cultura e il fatto di usare la lingua come strumento che veicola dei contenuti, permette a tutti gli studenti, anche a quelli meno inclini o interessati alla lingua, di seguire con maggior entusiasmo questo tipo di lezioni e di coinvolgersi nel lavoro. 

Le ore di cultura sono molto preziose perché sono occasione, attraverso le varie modalità di lavoro proposte, per sviluppare tutte e quattro le abilità linguistiche: Comprensione Scritta e Orale, Produzione Scritta e Orale. 

I tipi di argomenti affrontati sono di vario tipo, e questo contribuisce ad allenare gli studenti a stare di fronte a diverse tipologie testualitesti poetici, letterari, divulgativi, canzoni, articoli di giornale, brevi racconti, interviste, film, quadri o sculture…) 

Altro punto caratteristico delle ore di cultura è che costituiscono un ampio spazio di raccordo interdisciplinare. Molti degli argomenti trattati sono affrontati anche in altre materie, parallelamente o attraverso dei momenti di compresenza di due docenti di diverse discipline. Questo aspetto aiuta gli studenti a comprendere che uno stesso argomento può essere studiato e approfondito attraverso più prospettive, diverse ma allo stesso tempo complementari.  

CLIL: WHAT IS IT? 

Content and Language Integrated Learning 

In our CLIL classes, students learn contents of a subject, Geographyand a languageEnglish, at the same time: the whole lesson is held entirely in English.  

HOW? 

  •  visual support (PowerPoint presentations, videos, etc.) to introduce the new contents 
  •  discussion between the teacher and the students 
  •  photocopies that summarise the content of the lesson for personal study at home 

WHY? 

CLIL has a lot of advantages, it helps students to: 

  •  improve language skills 
  •  diversify methods & forms of classroom teaching and learning 
  •  increase learners’ motivation and interests