#LaScuolaNonSiFerma

Il racconto della Didattica a Distanza alle Scuole Regina Mundi

LA DIDATTICA A DISTANZA: ESPERIENZE

L’emergenza legata alla pandemia ha colpito tutti i settori della vita sociale ed economica, oltre ai gravi problemi legati alla salute delle persone.
Anche la scuola è stata investita immediatamente da questo tsunami globale.
In questa situazione eccezionale ed emergenziale, la nostra prima preoccupazione è stata quella di non interrompere il rapporto umano e didattico che i nostri docenti sempre instaurano con gli studenti, con particolare attenzione agli aspetti psicologici ed emotivi che la nuova situazione avrebbe comportato.
Messe a punto velocemente le tecnologie necessarie per una didattica a distanza efficace, l’attenzione si è subito rivolta ad aiutare i ragazzi a continuare la loro crescita, alimentando la loro curiosità e il desiderio di scoprire la bellezza della realtà che li circonda.
Certo la nuova situazione di lockdown ha reso tutto una sfida ancora più impegnativa, ma la passione con cui i nostri docenti lavorano, guidati dai loro dirigenti didattici, ha trovato e inventato tanti modi per continuare a dare la certezza agli studenti che la Scuola c’è e continua, come paradigma positivo della vita stessa. Si è avuto quindi attenzione ad aiutarli ad avere orari che scandissero la loro giornata; lezioni on line tramite le quali si sentissero quotidianamente chiamati e interpellati; indicazioni di lavoro didattico off line per dare continuità e concretezza all’apprendimento disciplinare.

Le esperienze didattiche di questo periodo, che trovate di seguito divise per livelli scolastici, documentano in modo dettagliato come si è declinato quanto appena richiamato.

Scuola dell’Infanzia

Per mantenere un contatto con i bambini, tenere vivo un appuntamento quotidiano e far compagnia a distanza abbiamo attivato un palinsesto video off-line legato al progetto didattico:
⇒ Ogni Lunedì, i bambini della scuola dell’infanzia ricevono un racconto illustrato e nei giorni successivi alcuni video con una serie di proposte-gioco legate al racconto (diverse per età).
Le esperienze trattano linguaggi multidisciplinari e toccano l’ambito linguistico, motorio, scientifico-matematico, grafico-artistico, musicale e in lingua inglese.
Per scandire lo scorrere del tempo il progetto didattico è affiancato anche da “percorsi paralleli” sempre video come la Quaresima, la festa del papà, la festa della mamma e il mese mariano di Maggio.
Dalla prima settimana di Maggio è attivato in parallelo il “progetto raccordo”, ragionato e scritto da una parte dell’equipe della scuola dell’infanzia e una parte della scuola primaria.
I bimbi con bisogni educativi speciali sono seguiti personalmente.
Per favorire i legami di classe le maestre incontrano settimanalmente gli alunni della propria sezione con webinar (incontri video), divisi per fasce d’età. L’appello, la preghiera, alcune canzoni, la tombola, la lettura di una storia, il festeggiamento di un compleanno. E per i più piccoli che, per l’età, seguono con più fatica la proposta off line, delle video-chiamate personali a scadenze concordate con le famiglie.

È inoltre stata aperto un BLOG DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA, nella quale sono raccolte “alcune” delle tante proposte che quotidianamente lanciamo ai bambini. L’obiettivo è quello di tenere traccia del viaggio perché nulla vada perduto di questo “strano” tempo.

Scuola Primaria

La didattica a distanza alla scuola primaria prevede sia attività asincrone (cioè off line) sia interventi on line.

  • Attività ASINCRONE
    Caricati sulla piattaforma Sharepoint sono presenti suddivisi per classi, per settimane e per ambiti:
    il calendario delle lezioni con le consegne quotidiane, video tutorial, presentazioni, audio di letture, esercizi, giochi didattici links ad attività di ascolto e comprensione per tutte le materie. Appare inoltre una cartella per tempi significativi (ad esempio la Quaresima con percorso di religione ed arte) e per lavoro in verticalità legato al tema educativo.
  • Attività SINCRONE
    Per ogni classe attività settimanale su Teams come segue (ore di 45 minuti):
    Classe 1 :   1 ora di lezione della maestra prevalente in gruppo molto piccolo
    2 ore di lezione di INGLESE
    intervento di una maestra specialista a rotazione
    Classe 2 :  2 ore di lezione della maestra prevalente
    2 ore di lezione di INGLESE
    intervento di una maestra specialista a rotazione
    Classe 3 :  3 ore di lezione della maestra prevalente
    2 ore di lezione di INGLESE
    intervento di una maestra specialista a rotazione
    Classe 4 :  3 ore di lezione della maestra prevalente
    2 ore di lezione di INGLESE
    intervento di una maestra specialista a rotazione
    da maggio: ora di approfondimento di inglese a gruppetto
    Classe 5 :  3 ore di lezione della maestra prevalente.
    3 ore di lezione di INGLESE.
    intervento di una maestra specialista a rotazione
    Si aggiungono i gruppetti minimi di lavoro con insegnanti di sostegno a supporto della didattica- dove necessari da uno a tre interventi di 30 minuti ciascuno.
    Gli incontri sono stati concordati tra insegnanti alternando classi tra mattina e pomeriggio o slots di una stessa classe per favorire al meglio l’apprendimento. Fondamentale è stato il rendere quotidiano e cadenzato il ritmo della proposta scolastica, comprensivo di intervallo e cambi docenti; altro aspetto considerato è stato il miglioramento della proposta accogliendo suggerimenti e riflessioni delle famiglie che in questo momento sono risultate molto collaborative.

Scuola Secondaria di I grado

La didattica a distanza è stata attivata con tempestività dai primi giorni di marzo, attraverso la piattaforma Teams, secondo un orario settimanale fisso, calibrato sul bisogno formativo degli studenti.
Ogni mattina si svolgono le lezioni online per 15 ore settimanali.
Nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì vengono inoltre proposte attività sincrone e asincrone relativamente agli insegnamenti non affrontati nelle lezioni del mattino. A partire da un momento di incontro online o dalla visione di un video realizzato o suggerito dal docente, vengono affidati agli studenti compiti ed attività da restituire, per la valutazione, tramite la chat della piattaforma.
Al pomeriggio sono organizzati anche collegamenti per piccoli gruppi per consentire agli studenti di porre domande e per i momenti di interrogazione e verifica.
Completano l’esperienza educativa a distanza numerose proposte libere (challenge, sfide artistiche,  matematiche o di cucina, esibizioni musicali, quiz online, tutorial, concorsi…), sempre organizzate e guidate da uno o più insegnanti, per favorire una personalizzazione della proposta, e la valorizzazione delle diverse attitudini.
Nelle classi seconde si svolgono attività di  orientamento, attraverso  incontri e interviste a distanza, lezioni con docenti delle scuole superiori, dialoghi con gli insegnanti.
Nello studio della lingua inglese è stata mantenuta una modalità di lavoro che prevede anche  attività  in piccolo gruppo, rispettando i diversi ritmi di apprendimento.
I docenti di sostegno seguono i ragazzi con bisogni educativi speciali, partecipando alle lezioni del mattino e creando collegamenti personalizzati.
Il progresso negli apprendimenti è garantito da una focalizzazione sugli aspetti fondamentali di ogni disciplina, dalla acquisizione di un metodo (questa modalità didattica mette in campo nuove  e diverse competenze, che vanno valorizzate), dall’ approccio interdisciplinare con cui i docenti modulano la proposta.
Al centro, come nella scuola in presenza, si pone comunque l’attenzione alla  relazione personale tra docente e studente e tra famiglia e scuola, coltivata anche via chat o attraverso chiamate e videochiamate individuali.

Liceo Linguistico

La didattica a distanza al Liceo Linguistico contempla attività sincrone e asincrone. L’avanzamento dei percorsi disciplinari è garantito dalla varietà, dalla puntualità e dalla qualità delle proposte didattiche, oltreché dalla grande attenzione nel porre al centro il bisogno di una relazione personale e contemporanea tra docente e studente, anche via chat o chiamata individuale.

Le lezioni avvengono per lo più in modalità sincrona per tutte le discipline curricolari, secondo un orario settimanale fisso, strutturato con attenzione.

  • Sono previste 4 ore di lezione giornaliere dalle 9 alle 13 e ogni giornata di lavoro si apre con l’appello alle ore 8.55.
  • Alcune lezioni si svolgono in modalità asincrona, richiedendo agli studenti, a seguito della visione di un video realizzato o suggerito dal docente, lo studio individuale e/o lo svolgimento di alcuni esercizi da restituire per la valutazione.
  • Tutti gli insegnanti hanno modificato la loro didattica riuscendo a non perdere contenuti disciplinari.
  • Al pomeriggio sono organizzati collegamenti per piccoli gruppi per interrogazioni o approfondimenti, e anche per consentire agli studenti di sottoporre al docente domande e per eventuali momenti di verifica.
  • La valutazione è cambiata, come sono cambiate le richieste: onde evitare il rischio che qualche studente provasse a presentare prove non del tutto personali, i compiti assegnati sono rimodulati affinché emergano come realmente realizzati dall’allievo, e quindi contengano: analisi, competenze, riflessioni personali, etc. Ovviamente questi ultimi elementi richiesti diventano indicatori della valutazione per la didattica a distanza.

Istituto Tecnico Economico

Il corpo docente ha ripensato il modo di fare didattica creando un sistema che salvaguardasse la relazione studente/docente e tenesse conto della “nuova realtà “ che gli studenti si trovano a vivere. Sono stati rivisti i programmi di ogni singola materia, cercando di snellirli senza però intaccare “i fondamentali”
Le lezioni avvengono per lo più in modalità sincrona per tutte le discipline curricolari, secondo un orario settimanale fisso.

  • Sono previste 3 ore di lezione giornaliere in videoconferenza dalle 9 alle 12 e 2 ore di lezioni asincrone attraverso video registrati o fornendo agli studenti materiale da elaborare singolarmente o in piccoli gruppi di lavoro collegati in videoconferenza.
  • Le lezioni sincrone vengono registrate e messe a disposizione degli studenti con la piattaforma Stream consentendo così ai ragazzi di riascoltare in autonomia il docente per comprendere meglio i contenuti o recuperare concetti persi in caso di mancanza della connessione internet.
  • Un’ora al giorno, dalle 12 alle 13, è destinata alle interrogazioni.
  • Nel pomeriggio i docenti sono a disposizione degli studenti per attività di recupero (individuali o a piccoli gruppi) sempre in videoconferenza.

Ad alcune classi sono stati proposti “incontri liberi” su argomenti inerenti là realtà che la pandemia ha posto in essere (situazione economica, aspetto produttivo, pericolo di infiltrazione della mafia in una situazione economica particolarmente debole).