La base del percorso unitario della scuola primaria è costituito da obiettivi educativi e formativi che vanno a costruire le competenze degli alunni e che si declinano gradualmente in discipline, con lo scopo di costituire nel bambino la consapevolezza di un sapere unico.

Il bambino si scopre quindi protagonista dell’imparare  e avverta la conoscenza come passo nella crescita personale.

Che cosa cura la scuola nella proposta formativa?

LA LINGUA ITALIANA

Il veicolo primario per comunicare ed esprimere il vissuto quotidiano del bambino, le sue emozioni e le sue sensazioni, e favorire l’incontro con la realtà. L’apprendimento della lingua (ascoltare, parlare, leggere, scrivere) parte da esperienze concrete che il bambino vive ed è l’esito del rapporto adulto – bambino, in un lavoro sistematico di uso e riflessione.

LA MATEMATICA

Attraverso l’osservazione, la descrizione, la classificazione di quanto ci circonda, si giunge al concetto di matematica, intesa come strumento di conoscenza e lettura critica della realtà. La matematica incrementa la capacità razionale, ma il bambino ne diviene cosciente e sviluppa il senso critico, quando agisce in prima persona e solo sperimentando giunge a convinzioni motivate.

LA LINGUA INGLESE

Si propongono 5 spazi orari settimanali di attività in lingua inglese per tutte le classi. Lo studio della lingua è da intendersi come uno sguardo sul mondo e un ulteriore strumento di conoscenza, che permette al bambino di riacquisire e rinominare la realtà in cui è inserito con un codice linguistico differente da quello utilizzato di norma.

L’ ARTE

Per educare alla Bellezza viene dato molto rilievo all’arte sia come insegnamento che come occasione di scoperta di quanto la realtà sia intrisa di esperienze  del bello. L’ allestimento dei lavori prodotti dai bambini con  mostre monografiche sull’artista studiato nell’anno è esposto e illustrato a genitori e visitatori durante gli Open day e la Festa di fine anno.

L’ INFORMATICA

Due ore settimanali in aula computer con insegnante prevalente in compresenza; inoltre dall’anno 2016 è stata introdotta un’informatica di seconda generazione applicata alla robotica; con l’ utilizzo del programma “Scratch” attraverso il quale i bambini possono acquisire nuove conoscenze tecniche di programmazione ma soprattutto competenze cognitive su come affrontare e risolvere i problemi l’informatica diventa creativa; possibilità di uso di I-pads per il lavoro in classe.

L’ ACCOGLIENZA

la scuola cura ed è attenta al benessere del bambino ; la fatica o la difficoltà non sono ostacoli all’apprendimento, ma dati di realtà che richiedono di essere accompagnati con l’intervento  fiducioso e sicuro dell’insegnante che propone strategie per un lavoro ben fatto rispettando i tempi e lo stile del bambino. Ci siamo dati questi strumenti:

  • Doposcuola come assistenza allo studio
  • Coordinamento settimanale delle insegnanti di sostegno
  • Progettazione di percorsi in accordo con specialisti
  • Attenzione ai bambini con bisogni educativi speciali (BES).

LE USCITE DIDATTICHE

La scuola  favorisce  l’incontro concreto con la Bellezza nell’arte, nello spettacolo e nella musica, con la storia e le sue testimonianze,  con le scienze, per farne esperienza ; le uscite di due –tre giorni dalla terza alla quinta promuovono inoltre la costruzione di un clima di accoglienza ed amicizia tra i ragazzi, scoprendo lo stare insieme come un aspetto di crescita ed arricchimento di sé.