ORIENTAMENTO TERZE: INCONTRO CON LUIGI BALLERINI

 

Luigi Ballerini, medico, psicanalista e scrittore ha dialogato con i ragazzi di terza media sul tema dell’orientamento.

In sintesi ecco alcuni degli spunti emersi nella discussione:

  1. Riguardo alla scuola non si può mai parlare di scelta esatta. Anche una scelta sbagliata se ci fa capire chi siamo  e cosa  vogliamo, serve.
  2. Nel passaggio alle superiori cambiano tante cose, vanno messi in conto anche  ostacoli o novità.
  3. Una materia che piaceva molto o che non piaceva, con un prof diverso può essere differente, si ha l’occasione di verificare cosa ci  appassiona veramente.
  4. Da solo un ragazzo non può scegliere, si decide insieme ai genitori o insieme ad altri adulti.
  5. E’ importante dialogare gli adulti, ascoltare i loro argomenti  e dare  le proprie ragioni Chiedersi cosa vedono in noi.
  6. Occorre anche conoscere cosa c’è dietro ai nomi delle scuole, spesso questi possono fuorviare. Cerchiamo di liberarci anche da alcuni pregiudizi: ad esempio chi ha detto che il Latino non serva? O che una materia sia brutta, se non la conosciamo ancora?
  7. Bisogna chiedersi: “Cosa mi piace fare adesso?”  Non  bisogna scegliere ora pensando all’università o al lavoro, ma scegliere la scuola. Si può fare la “ prova del diario” Quali materie quando le vedi scritte sull’orario ti  fanno contento perché le fai volentieri?

 

Un’occasione per riflettere in attesa del secondo appuntamento: l’incontro con gli studenti di varie scuole superiori a metà ottobre.